Vittoria Pollone

Se si pensa alla kickboxing viene in mente uno sport prettamente maschile, ma non è così. Chivasso ha la sua stella in questa disciplina e si chiama Vittoria Pollone. Classe 1999, l’atleta della Mvnera Trino ha trascorso la sua estate a prepararsi per l’appuntamento della vita: i Campionati Mondiali. Forte dello storico trionfo messo al sicuro agli Europei Cadetti 2013 a Krynica-Zdroj, in Polonia, nella categoria -65 kg di kick light, Vittoria vuole ripetersi portando in alto la Nazionale Italiana. A Rimini, sede del Campionato Mondiale 2014, non sarà facile per Pollone, ma grazie agli insegnamenti del suo maestro Cristiano Bertolina, deus ex machina della Mvnera Trino, potrà provare a strappare nuovamente un piazzamento di prestigio. Arrivare ai vertici è dura, ma confermarsi lo è ancora di più e la giovane chivassese ne è consapevole. L’umiltà è il marchio di fabbrica di questa ragazza e corre di pari passo con la determinazione, dote innata che le permette di porsi degli obiettivi e di prepararsi duramente per raggiungerli. Nello sport, così come nella scuola e nella vita di tutti i giorni. Nonostante la giovanissima età, infatti, Vittoria è molto matura e potrebbe a buon titolo essere presa ad esempio da tanti altri suoi coetanei.

A volte il corso della vita prende strade affascinanti ed è proprio questo il caso dell’incontro tra questa ragazza e la kickboxing. La chivassese praticava nuoto all’età di 13 anni, infatti, quando è entrata in palestra per la prima volta raccogliendo l’invito di un’amica e, di fatto, non è più uscita. Nel 2013, presso il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, è stata insignita dal CONI del Premio Talento, tuttavia non si è mai adagiata sugli allori. Anzi, i tanti successi hanno spronato vittoria ad allenarsi con maggior voglia e determinazione di prima, con l’intento di raggiungere la Nazionale Italiana di kickboxing e di restarci il più a lungo possibile.

Vittoria Pollone Vittoria Pollone

 


Leave a comment