Stefano Abatangelo

Tutto il Canavese fa il tifo per Stefano Abatangelo, pugile professionista che il prossimo 13 settembre a Copenaghen, in Danimarca, avrà una nuova importante chance internazionale. Classe 1982, l’atleta di Montanaro combatterà contro l’imbattuto svedese Erik Skoglund sia per il vacante Titolo Intercontinentale IBF dei Pesi Mediomassimi sia per la cintura dell’Unione Europea di categoria detenuta dal vichingo. The Hammer, questo il soprannome del canavesano, è diventato papà da poco e ha una gran voglia di fare un piccolo grande regalo a tutti quelli che lo seguono sin dai primi passi in questo sport, avvenuti da ragazzino nel settore giovanile della Boxe Chivasso. I sacrifici non hanno mai spaventato Stefano che già da dilettante ha raggiunto grandi traguardi, laureandosi nel 2004 a Latina campione italiano II Serie. Dopo aver affrontato sul ring Clemente Russo nella finale degli Italiani Assoluti, Abatangelo è passato al professionismo nell’ottobre 2005. Dopo alcuni incontri disputati a torso nudo, il montanarese è approdato alla corte del tecnico Dino Orso all’All Boxing Team e insieme a lui, anno dopo anno, ha posto le basi per i fantastici risultati raccolti negli ultimi anni. Il salto di qualità, Abatangelo l’ha compiuto nel dicembre 2012, quando nella cornice del PalaRuffini di Torino ha conquistato il Titolo del Mediterraneo IBF dei Pesi Massimileggeri superando per ko tecnico l’altro piemontese Maurizio Lovaglio. Un successo che ha rappresentato per il montanarese un autentico trampolino di lancio verso il Titolo Italiano dei Mediomassimi, messo al sicuro a Rivarolo Canavese nel maggio 2013 al cospetto di Emanuele Barletta, e verso il match contro il campione tedesco Juergen Braehmer dell’agosto 2013 a Schwerin, valevole sia per il Titolo Europeo sia per il Titolo Internazionale WBO. La sconfitta di misura patita in Germania ha fatto capire a Stefano di poter competere alla pari con i migliori d’Europa. E non è poco.

Stefano Abatangelo Stefano Abatangelo


Leave a comment