Massimiliano Carollo

L’Akiyama Settimo è un’autentica fucina di talenti, oltre che un vasto serbatoio da cui attinge costantemente la Nazionale Italiana di judo. Tra i migliori prodotti del vivaio settimese c’è senza ombra di dubbio Massimiliano Carollo, judoka del 1992 che tante soddisfazioni si sta togliendo in azzurro. A fine agosto, Carollo ha preso parte a Chelyabinsk, in Russia, al Campionato del Mondo, rappresentando l’Italia nella categoria di peso al limite degli 81 kg. Una bella soddisfazione partecipare con la Nazionale a un evento di questa portata, con la convocazione ampiamente meritata grazie ai risultati centrati nel corso degli ultimi anni. Nel 2014, spiccano il secondo posto all’African Open di Casablanca, in Marocco, e la quinta piazza all’European Open di Madrid (Spagna), gara quest’ultima in cui calando un poker di vittorie è andato davvero ad un passo dal salire sul gradino più basso del podio. Il 22enne settimese ha le idee chiare e di strada ne ha fatta, seguendo le orme del fratello Giovanni, altro affermato judoka del giro azzurro. Massimiliano, dalla categoria Cadetti fino a quella Senior, ha gareggiato sui tatami di tutto il mondo, andando spesso e volentieri sul podio in campo internazionale e rendendosi protagonista di autentiche imprese sportive. Le annate contraddistinte dal maggior numero di vittorie sono state quella del 2008 (titolo italiano Under 20 conquistato a Ostia e successi nelle competizioni internazionali Under 17 di Zagabria, in Croazia, e di Teplice, in Repubblica Ceca) e quella del 2011 (titolo italiano Under 20 a Follonica e doppietta nelle tappe European Cup U20 di Lignano Sabbiadoro e Paks, in Ungheria), ma in tutte le altre stagioni non è mai mancato un podio, a conferma dell’ottima preparazione e del valore di Carollo. Nell’estate del 2013 il settimese ha gareggiato sui tatami del Maracanazinho di Rio de Janeiro per i Campionati Mondiali. La speranza è che si torni in Brasile nel 2016…

Massimiliano Carollo Massimiliano Carollo

 


Leave a comment