Fabio Pasquero

Un centrocampista di qualità con un innato fiuto del gol. E’ l’identikit di Fabio Pasquero, bandiera del Chieri cresciuta nelle giovanili del Gassino. Pasquero, classe 1986, sin dal settore giovanile mette in mostra le proprie doti; viene notato dal Chieri e inizia l’avventura con i torinesi approdando ben presto in prima squadra. Nella stagione 2007/2008 contribuisce alla promozione dei biancoazzurri dalla Promozione all’Eccellenza, siglando la rete decisiva dei playoff con il Leinì. L’anno successivo, anche a causa di un serio infortunio che l’ha tenuto lontano dai campi per parecchie domeniche, non è riuscito ad evitare la retrocessione dei biancoazzurri, nonostante 7 reti messe a segno in 18 gare disputate, comprese quelle del playout contro il Lucento, probabilmente la più grande delusione sportiva per il talento gassinese. Il 2009/2010 è l’annata del grande salto. Pasquero è riconfermato dal sodalizio chierese che, fondendosi con la Rivarolese, si iscrive al campionato di serie D ereditando il titolo sportivo della società canavesana. Il primo torneo nell’anticamera del professionismo si chiude con 20 presenze e 9 reti. Nei due anni successivi segna 16 gol in 61 presenze, con la promozione in Lega Pro sfumata per un misero punto nel 2011/2012. Nell’estate del 2012 Pasquero accetta l’offerta della Lavagnese, trasferendosi così in Liguria. Con i bianconeri disputa 23 gare trovando la via della rete per 9 volte, ma anche questa volta sfugge la promozione in Lega Pro per una manciata di punti. Lo scorso anno è ancora Liguria, ma con la divisa del Rapallo Bogliasco. Questa volta l’annata a livello personale è negativa. Un altro grave infortunio lo costringe ai box e con la maglia degli azzurri gioca solamente 7 partite. A dicembre fa ritorno al “suo” Chieri, ma il perdurare dei problemi fisici gli consente di scendere in campo solo 6 volte (2 reti all’attivo). A 28 anni la stagione che sta per iniziare rappresenta quella della verità.

Fabio Pasquero Fabio Pasquero


Leave a comment