Edoardo Cagno

La passione per il motocross è qualcosa di viscerale e quando si inizia a gareggiare non si smette più. Emozioni forti quelle provate in sella, ma anche da chi è ai lati del tracciato ad assistere alle gare dei propri cari. Gli infortuni sono dietro l’angolo, in questa disciplina sportiva non più che in tante altre, ed affrontarli, a volte convivendo con loro, aiuta a crescere con valori sani, forti. Edoardo Cagno, giovanissimo crossista di Sciolze, lo sa bene. Il classe 2001 collinare è tra i piloti più promettenti del Piemonte nella sua categoria e ha tanta voglia di emergere. Cresciuto nelle file del Moto Club Koala di Trofarello, Edoardo si è già tolto belle soddisfazioni ed è atteso da un futuro ricco di nuovi traguardi da inseguire. L’importante è fare sempre del proprio meglio, facendo i conti con la fatica e rialzarsi sempre quando si cade, indipendentemente dal risultato finale. Come anticipato, Cagno nel 2013 ha recitato un ruolo importante sia in campo regionale che nazionale, partecipando al Minicross delle Regioni 2013 di Cingoli, appuntamento clou del panorama tricolore valevole per l’assegnazione del Trofeo G. Marinoni “Nils Cup”, e venendo premiato meritatamente dal Comitato Regionale del Piemonte per il secondo posto finale nella classifica della classe Junior 85. Diventato pilota ufficiale del Team Cavamotor di Leinì, il crossista collinare ha continuato quest’anno a far incetta di podi nel panorama piemontese nella classe Senior 85, ben comportandosi anche nel Campionato Italiano. Il suo intento era quello era di entrare nel gruppo A con i 40 piloti più forti del lotto e c’è riuscito eccome, potendosi così confrontare con l’élite tricolore e farsi un fantastico regalo per il suo tredicesimo compleanno. La determinazione è una delle qualità fondamentali per un atleta e il giovane collinare ne ha in abbondanza. Credere sempre in sé stesso e nei propri mezzi, infatti, è importante per porsi degli obiettivi e provare a raggiungerli.

Edoardo Cagno Edoardo Cagno


Leave a comment